Salvini un populista da talk show con idee vaghe su dazi e flat tax

Salvini

Questo il ritratto che Alan Friedman fa di Matteo Salvini tratto da La Stampa di Torino di oggi.

“Matteo Salvini – scrive Friedman – è bravissimo a sfruttare il disagio sociale. Appare convincente agli occhi di molti quando minaccia di usare la ruspa per cacciare i rom, e spara a zero contro gli immigrati clandestini. Ha un grande talento nel lamentare con enfasi le ingiustizie causate dalle regole di Bruxelles.

Ma in materia economica il leader della Lega non brilla. La sua grande idea per risollevare le finanze del Paese consiste nell’introduzione di una flat tax. Vuole eliminare tutte le attuali aliquote dell’Irpef e sostituirle con una sola del 15% uguale per tutti, ricchi e poveri. Purtroppo questo sistema porterebbe a una grossa riduzione delle imposte pagate dagli abbienti, mentre le famiglie del ceto medio e medio-basso si troverebbero uno sconto fiscale poco più che marginale“.